tacchino ripieno parmigiano reggiano ricetta
Consigli

In cucina con… Parmigiano Reggiano: Tacchino ripieno – ricetta

Si avvicina il pranzo di Natale e il tacchino ripieno è uno dei piatti tradizionali di questa festa.
Molto apprezzato sia dai grandi che dai bambini, è particolarmente adatto anche ai più piccoli per la sua carne tenera e delicata.
Vediamo come prepararlo grazie alla ricetta di Parmigiano Reggiano.

Ingredienti (per 4 persone):
• 1 tacchino
• 350 gr di pane grattugiato
• 200 ml di vino bianco
• 180 ml di brodo di pollo
• 180 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato fresco
• 10 fette di Prosciutto di Parma
• 2 uova
• 50 g di burro fuso
• 2 cucchiai di prezzemolo sminuzzato
• 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
• 1 pizzico di zenzero
• 1 pizzico di noce moscata
• sale e pepe (a discrezione)

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 200°.
Mescolare il pane grattugiato con il Parmigiano Reggiano e unire il brodo.
Aggiungere le uova, il burro fuso, lo zenzero, la noce moscata, il prezzemolo, aggiustare con sale e pepe e mescolare bene il tutto.
Questo procedimento può essere fatto anche il giorno precedente in modo da lasciar insaporire bene il ripieno.
Rivestire l’interno del tacchino con le fette di Prosciutto di Parma e farcire con il ripieno. Legare il tacchino con lo spago da cucina in modo che rimanga ben chiuso durante la cottura.
In una padella, scaldare l’olio e far dorare bene la carne da tutti i lati. A questo punto trasferire in una casseruola, irrorare con il vino e lasciarne evaporare la metà.
Coprire con l’alluminio e cuocere per 30-40 minuti.
Servire il tacchino affettato con il sugo di cottura.

A proposito del Parmigiano Reggiano…
Per chi non lo sapesse, è un formaggio DOP, cioè a Denominazione di Origine Protetta (affinché un prodotto sia DOP, le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione devono avvenire in un’area geografica delimitata) che da oltre 1000 anni nasce nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Mantova.
Viene prodotto con solo tre ingredienti: latte, sale e caglio, senza l’aggiunta di nessun additivo.
Il Parmigiano Reggiano è un alleato del benessere: grazie al suo altissimo contenuto di proteine, calcio e fosforo è perfetto nella dieta di grandi e piccini, sportivi e anziani, portando gusto 100% naturale e arricchendo qualsiasi piatto grazie alla sua estrema versatilità in cucina.
E’ ricco di minerali (una porzione da merenda di 40 grammi apporta circa il 58% del fabbisogno giornaliero di calcio e 40% di fosforo), molto digeribile e privo di lattosio dalla nascita.
Può pertanto essere usato senza problemi e, anzi, con grandi benefici sin dall’inizio dello svezzamento.
La stagionatura minima del Parmigiano Reggiano è la più lunga tra i formaggi DOP. Solo dopo 12 mesi le forme selezionate vengono marchiate a fuoco e possono continuare la stagionatura che raggiunge i 36 mesi e oltre.
Grazie alla sua ampia varietà di stagionature, può essere consumato in diverse occasioni: una stagionatura di 12/15 mesi lo rende ideale come aperitivo, a scaglie abbinate a vini bianchi secchi oppure a bollicine di medio corpo; tra i 24 e i 28 mesi si accompagna a pietanze di carne ma anche a piatti dove è presente il pesce; il 36 mesi è invece particolarmente adatto per le paste ripiene, in abbinamento a vini rossi strutturati, miele e mostarde.